CALVIZIE MASCHILE E FEMMINILE

Ogni giorno diventa sempre più pressante la richiesta di trattamenti per la cura e la prevenzione della caduta dei capelli, perché in questo l’essere umano ha riposto dei significati simbolici complessi.

La perdita di capelli è causa di notevoli problemi psicologici e relazionali che influenzano notevolmente la qualità della vita.

QUALI SONO I SINTOMI DELLE CALVIZIE?

Innanzi tutto uno, evidentissimo e inequivocabile: l’eccessiva caduta dei capelli.

Se il ritmo di caduta dei capelli dovuta al rinnovamento si altera e acquisisce proporzioni fuori dall’ordinario o  proporzioni imponenti, siamo di fronte a una causa che va affrontata con misure adeguate.

Altre manifestazioni allarmanti sono costituite da:

  • Avvizzimento dei capelli,
  • dal persistente untume che li ricopre,
  • o per contro dalla loro secchezza.
  • Oppure dalla alla loro fragilità, che li espone a spezzarsi sotto l’azione del pettine.

CAUSE DELLE CALVIZIE

La causa più frequente della perdita di capelli è l’alopecia androgenetica (anche conosciuta come calvizie comune), che colpisce nell’arco complessivo della vita circa l’80% dei maschi e il 50% delle femmine.

E’ un problema comune ai due sessi caratterizzato dalla progressiva involuzione dei follicoli peliferi del cuoio capelluto con progressiva perdita dei capelli in soggetti sani; processo noto come miniaturizzazione.

Esordisce alla pubertà con l’inzio della produzione ormonale di androgeni e progredisce con l’età.

Nella razza nera e quella asiatica, predilige la caucasica interessando circa il 50 e 80 % dei maschi. Nei due sessi pur con caratteristiche diverse la calvizia si presenta con un diradamento progressivo, risparmiando le zone marginali, laterali e posteriori. Nei maschi si presenta con una perdita alle tempi e un diradamento al vertice; nella donna è rappresentato da un diramento diffuso al vertice con mantenimento del margine frontale, raramente si raggiunge una calvizia completa.

Il processo dell’alopecia androgenitica (calvizie) è da attribuire a un’alterazione della ricettività e reattività del follicolo pilo sebaceo agli androgeni in individui geneticamente predisposti.

ALOPECIA ANDROGENETICA MASCHILE

Nell’uomo di assiste a una progressiva recessione fronte temporale; la cosidetta “stempiatura” e un diradamento a livello del vertice.


LE FASI:

  • I primi  capelli a cadere sono quelli posti sulle tempie.
  • Con il passare del tempo la fronte diventa sempre più ampia, finché si viene a creare la caratteristica forma a “M”.
  • I capelli diventano anche più radi nella parte superiore del capo.
  • Il progressivo diradamento si trasforma in calviza totale o parziale.

Nell’uomo, l’alopecia androgenetica è stata nel corso di diverse ricerce collegata a diverse patologie, come ad esempio alla cardiopatia coronarica e all’ingrossamento della prostata, una ghiandola grande circa quanto una noce situata sotto la vescica.

I disturbi come il diabete, l’obesità e la pressione alta (ipertensione).

ALOPECIA ANDROGENETICA FEMMINILE

Nella donna l’attaccatura frontare è conservata, il diramento interessa in maniera più o meno uniforme tutto il capo senza nessuna eccessiva stempiatura come avviene nell’uomo.

Nella fase iniziale il diradamento può essere scarsamente visibile, con il passare del tempo si assiste a una riduzione della densità follicolare, per cui l’area interessata presenta un diminuito numero di peli.

Nelle donne l’alopecia androgenetica viene qualvolta collegata a una maggiore probabilità della sindrome dell’ovaio policistico (PCOS), uno squilibrio ormonale che può provocare irregolarità mestruali, acne, eccesso di peli (irsutismo) e aumento di peso.

La calvizie diventa più probabile dopo la menopausa.

ALOPECIA AREATA

CHE COS’È & COME SI SVILUPPA?

E’ una alopecia no cicatriziale che esordisce nella zona della cute con la comparsa di una o più chiazze rotondeggianti completamente prive di capelli.

Le chiazze che si sviluppano abbastanza rapidamente,possono interessare qualsiasi area del corpo ma più frequentemente localizzate nel cuoio capello e della barba.

Un parente, un amico o parrucchiere possono essere la prima persona a notare le chiazze con perdita di capelli.

Di tanto in tanto, c’è qualche lieve rossore, desquamazione lieve, un lieve bruciore o una sensazione di prurito sulle zone calve. In molti casi, i capelli ri-crescono, tipicamente dopo diversi mesi. In alcuni casi, la perdita dei capelli è permanente.

L’alopecia areata è una malattia autoimmune nella quale il sistema immunitario aggredisce i follicoli piliferi. Normalmente, il sistema immunitario difende il corpo contro gli invasori stranieri, come virus e batteri. Se si presenta l’alopecia areata, tuttavia, il sistema immunitario attacca per errore i follicoli dei capelli. I follicoli piliferi sono le strutture da cui crescono i peli.

I follicoli colpiti, diventano più piccoli e smettono di produrre capelli, determinando la perdita di capelli a chiazze.

Si sviluppa quando il sistema immunitario attacca i follicoli dei capelli, con conseguente perdita di capelli.

CHI NE E’ INTERESSATO?

L’alopecia areata può verificarsi a qualsiasi età, ma maggior parte dei casi nei  bambini o durante il periodo di pubertà dei ragazzi.

Almeno la metà delle persone con alopecia areata sviluppano la loro prima perdita di capelli prima dei 21 anni.

Maschi e femmine ne sono ugualmente colpiti. La condizione tende ad essere più mite quando si è in un’età più avanzata.

QUALI SONO LE CAUSE?

La causa esatta di alopecia areata non è nota. Tuttavia, si verifica più spesso
nelle persone che hanno una storia familiare di altre malattie autoimmuni, come il diabete di tipo 1 o artrite reumatoide.

I ricercatori pensano che qualcosa attiva il sistema immunitario a reagire contro uno o più tessuti del corpo. Possibili fattori scatenanti includono virus, infezioni, farmaci o altri fattori ambientali.

Vi è anche un fattore ereditario che rende alcune persone più inclini a malattie autoimmuni. Persone con alopecia areata hanno un parente stretto che ha presentato alopecia areata nella sua vita.

Anche se non c’è alcuna cura per l’alopecia areata, i trattamenti specifici Cimet possono aiutare i capelli a ricrescere rapidamente e  può impedire la perdita dei capelli in futuro.

VITA NUOVA PER I VOSTRI CAPELLI GRAZIE ALLA CIMET

CIMET è un’azienda specializzata che dal 1974 si occupa seriamente del problema della calvizie con una ricerca scientifica avanzata che è in grado di mettere a punto un sistema particolare per ogni tipo di soluzione necessaria. La CIMET è la prima azienda ad aver portato in Italia il settore della tricologia.

Non perdete altro tempo, prenota subito il tuo COLLOQUIO + TRATTAMENTO TRICOLOGICO GRATUITO con la CIMET.

prenota un appuntamento